Soluzioni‎ > ‎

Energia da fonti rinnovabili

Le tecnologie di cui Technofluids dispone per produrre energia da fonti rinnovabili si identificano in due componenti chiave, che possono essere facilmente standardizzati per produrre in serie apparecchiature per moduli pre-definiti. Essi sono il motore termovolumetrico e gli scambiatori di calore, che impiegano sali idrati capaci di assicurare, alla temperatura di fusione, costanti termiche mediante accumulo di calore per cambiamento di fase. 

Il motore termovolumetrico è una macchina volumetrica rotante molto compatta a multiplo effetto e basso attrito: non ha sistemi ad ingranaggi o trasmissioni interne, ad eccezione dell’albero motore, non ha tenute striscianti e tollera la presenza di notevoli quantità di liquido condensante, si tratta quindi di un sistema relativamente semplice e quindi economico da realizzare.

Gli scambiatori di calore assicurano la costanza delle temperature stabilite mediante un sistema di accumulo termico a cambiamento di fase, quindi operativo anche in presenza di fluttuazioni di temperatura o arresti temporanei di alimentazione. 

TLe molecole impiegate per l’accumulo termochimico sono di tipo inorganico quali alcuni sali idrati con punti di fusione compresi tra i –30°C e 90°C le cui densità medie sono dell’ordine di 1,6 g/cm3 ed i calori specifici sono intorno ai 1,7 J/g°C con calori latenti dell’ordine di 260 J/g.

Riferendoci al sistema, nel suo insieme, possiamo affermare di poter produrre economicamente energia da fonti di calore disperso o non utilizzato a temperature superiori ai 30°C. I rendimenti, riferiti al ciclo di Carnot, sono compresi tra il 60% e 80%.

More information on wastes heat recovery with TTVM/G®