Soluzioni‎ > ‎

Recupero di glicole etilenico

OPresso la centrale gas di un’importante compagnia petrolifera sono state compiute prove di funzionamento di un impianto integrato, allo scopo di verificare la possibilità di trattare le acque semi oleose contenenti glicoli, impiegando come stadio finale la tecnologia dell’osmosi inversa, preventivamente supportata da un pretrattamento di chiariflocculazione e di disoleazione  di cui Technofluids detiene la proprietà intellettuale.
Nel corso delle prove sono stati rilevati i principali parametri di funzionamento dell’impianto integrato e, in uscita da ciascuno stadio di trattamento, sono stati prelevati i campioni da analizzare.

I risultati ottenuti hanno confermato che il refluo in esame, previo pretrattamento finalizzato alla rimozione delle sostanze oleose, grassi, ferro, manganese e, più in generale, di tutte le sostanze non solubili, può essere concentrato mediante un sistema di osmosi inversa a doppio stadio, riducendo di almeno quattro volte i volumi iniziali, e producendo un effluente scaricabile in fognatura, nel rispetto delle vigenti normative e/o per essere riutilizzato in altri processi produttivi.

Il costo di esercizio, stimato per un impianto integrato in grado di trattare 5.000 m3/anno di refluo, è stato confermato, sulla base dei consumi rilevati durante le prove compiute, in 4,8 Euro/m3 di acqua trattata, comprensivo di energia elettrica, prodotti di consumo e prodotti per il lavaggio delle membrane. E’ escluso da tale stima il costo relativo alla sostituzione delle membrane di osmosi inversa, che potrà essere valutato soltanto attraverso prove di funzionamento a piena scala e di lunga durata.